Esami di Laboratorio

Comprendere le Analisi Cliniche di Laboratorio

- Questa sezione è in costante aggiornamento - Ci preme fornire ai nostri utenti informazioni chiare e puntuali in merito agli esami di Laboratorio che svolgiamo al Polilab. Per questo motivo aggiungiamo periodicamente nuovi contenuti e aggiorniamo con nuove informazioni le schede già esistenti.

A seguire trovate un elenco di analisi cliniche, suddivise per aree di applicazione, che forniscono informazioni sul significato clinico dell'esame, il metodo di esecuzione, le eventuali precauzioni da osservare per effettuare un esame valido.

➤ Allergie e Intolleranze

  • Intolleranze alimentari

    Le Intolleranze Alimentari sono reazioni dell'organismo nei confronti di alcuni alimenti o componenti alimentari. Le intolleranze si verificano quando il nostro organismo non è in grado di assimilare correttamente una sostanza; l'accumulo nel tempo determina il raggiungimento di un livello massimo che scatena i sintomi. I livelli sono soggettivi; per questo motivo le persone intolleranti possono anche sopportare piccole quantità dell'alimento o del componente in questione senza sviluppare sintomi.

    Leggi la scheda ➽

  • Breath test - Intolleranza al Lattosio

    La "Prova del respiro" o "Breath test" è il principale metodo impiegato per diagnosticare l'Intolleranza al Lattosio; il breath test misura l'idrogeno in un campione di respiro. In presenza di intolleranza, il lattosio non digerito raggiunge l'intestino crasso e viene scomposto dai batteri, generando idrogeno in quantità eccessive; l'idrogeno entra nel circolo sanguigno e viene quindi eliminato dai polmoni con il respiro.

    Leggi la scheda ➽

➤ Biologia Molecolare

  • Celiachia

    La Celiachia (o Malattia Celiaca) è un'infiammazione cronica dell'intestino tenue che, nei soggetti geneticamente predisposti, viene scatenata dall'ingestione di glutine. La celiachia può essere identificata con certezza tramite la ricerca sierologica e la biopsia della mucosa duodenale in corso di duodenoscopia.

    Leggi la scheda ➽

  • HPV - Human Papilloma Virus

    Il Test HPV consiste nel prelievo di una piccola quantità di cellule dal collo dell'utero; queste vengono analizzate per verificare la presenza di DNA del Papillomavirus. Le infezioni causate da questo virus comune possono infatti essere responsabili del tumore del collo dell'utero. L'esame viene condotto in maniera analoga al Pap test: durante una normale visita ginecologica, tramite lo speculum, l'operatore inserisce delicatamente una speciale spatola e un bastoncino cotonato per raccogliere piccole quantità di muco rispettivamente dal collo dell'utero e dal canale cervicale he poi saranno esaminate in laboratorio.

    Leggi la scheda ➽

➤ Breath Test

  • Intolleraza al Lattosio

    L'Intolleranza al Lattosio è una condizione che si manifesta in presenza di deficienza della Lattasi, cioè quando mancare l'enzima capace di scindere e digerire il Lattosio, lo zucchero principale presente nel Latte (latte di mucca, di capra, di asina, nonchè latte materno), in glucosio e galattosio. Se non correttamente digerito, il Lattosio fermenta per via della flora batterica intestinale; ciò determina la produzione di fastidiosi gas e diarrea.

    Leggi la scheda ➽

  • Helycobacter

    Il Breath test viene eseguito ambulatorialmente e prevede la raccolta di campioni di espirato, prima e dopo l'assunzione da parte del paziente di urea marcata con 13C. In seguito all'ingestione di 13C-Urea, l'anidride carbonica (CO2) marcata prodotta dal metabolismo batterico viene eliminata nell'espirato che, raccolto per insufflazione attraverso un'apposita cannuccia, viene analizzato in laboratorio. La rilevazione di un aumento della concentrazione di CO2 marcata è suggestiva di infezione attiva.

    Leggi la scheda ➽

➤ Emo-Coagulazione

  • Antitrombina III

    Il test dell'Antitrombina è richiesto principalmenti per disordini da eccessiva formazione di coaguli, allo scopo di indagare sulla causa di formazione ricorrente di coaguli (trombosi). I test valutano l'attività e la concentrazione di Antitrombina.

    Leggi la scheda ➽

  • D-Dimero

    Il test del D-dimero viene utilizzato al fine di escludere la presenza di un coagulo inappropriato (trombo). La misura del D-dimero può aiutare ad escludere, ad esempio, Trombosi venosa profonda (TVP), Embolia polmonare (EP), Infarto. Il test è utile anche per determinare la necessità di ulteriori approfondimenti per la diagnosi di patologie che possono condurre ad un'eccessiva coagulazione o alla tendenza alla formazione inappropriata di coaguli.

    Leggi la scheda ➽

  • Emocromo

    L'Emocromo viene eseguito per determinare il generale stato di salute del paziente, per lo screening, la diagnosi o il monitoraggio di varie condizioni e patologie che interessano le cellule del sangue; alcuni esempi: infezioni, infiammazioni, disordini della coagulazione, anemia o tumori.

    Leggi la scheda ➽

  • Lupus Anticoagulante

    Il test del Lupus Anticoagulante (LA) si utilizza per la ricerca di autoanticorpi LA nel sangue (associati ad ipercoagulazione) o come supporto alla definizione delle cause di Formazione inspiegabile di coaguli (trombosi) nelle vene e nelle arterie, Aborti spontanei ricorrenti, Presenza di inibitori specifici della coagulazione.

    Leggi la scheda ➽

  • Test di Coagulazione

    Si esegue attraverso un semplice prelievo di sangue. I Test di Coagulazione vengono consigliati dal medico quando ci si deve sottoporre ad un intervento chirurgico o per indagare sullo stato di salute, allo stesso tempo sono utili per controllare eventuale terapia anticoagulante (nei casi di alterata coagulazione del sangue, es: infarto del miocardio o ictus cerebrale); per diagnosticare malattie legate alle piastrine o ai fattori delle coagulazione.

    Leggi la scheda ➽

  • Proteina S e Proteina C

    La Proteina C e la Proteina S sono inibitori fisiologici della coagulazione. I deficit di Proteina C determinano uno stato di ipercoagulabilità (stato protrombotico) e costituiscono un rischio di incidenti tromboembolici. Le manifestazioni cliniche dei soggetti carenti di Proteina S sono sovrapponibili a quelle descritte per la proteina C.

    Leggi la scheda ➽

  • VES - Velocità di Eritrosedimentazione

    La Velocità di Eritrosedimentazione (VES) è un test utilizzato come supporto nel rivelare l'infiammazione associata ad alcune patologie quali infezioni, tumori e patologie autoimmuni.

    Leggi la scheda ➽

➤ HPLC - Spettrometria

  • Acido Metil Malonico - MMA

    L'Acido Metilmalonico (MMA) rientra a far parte del metabolismo della Vitamina B12 del quale costituisce un nuovo marcatore diagnostico per le indagini cliniche di avitaminosi.

    Leggi la scheda ➽

  • Catecolammine

    L'esame delle Catecolamine è prevalentemente utilizzato quando si ha il sospetto di un feocromocitoma o di un paraganglioma, quando si vuole escludere questa possibilità in persone sintomatiche. Il test può essere richiesto anche quando già il feocromocitoma è stato rimosso e si vuole monitorare l'eventuale comparsa di recidive.

    Leggi la scheda ➽

  • Droghe d'abuso

    L'analisi delle sostanze d'abuso in matrice cheratinica (capelli o peli) è un addendum all'identificazione di queste nel sangue o nelle urine in quanto fornisce informazioni riguardanti una finestra di tempo più ampia (nell'ordine dei mesi) a quella coperta dalle altre matrici biologiche (urine e sangue). L'indagine in Spettrometria di Massa costituisce il gold standard per questo tipo di analisi consentendo di generare dati utili a fini medico-legali.

    Leggi la scheda ➽

  • Omocisteina

    L'Omocisteina è un amminoacido prodotto dalla demetilazione della Metionina; un suo aumento a livello plasmatico è correlato alla carenza di Vitamine del gruppo B (Acido Folico, Vit.B6, Vit.B12) ed è considerato uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare (eventi di ictus o infarto cardiaco). L'indagine in Spettrometria di Massa, grazie ai significativi livelli di specificità, sensibilità e linearità, rappresenta il gold standard per il dosaggio dell'Omocisteina plasmatica.

    Leggi la scheda ➽

  • Vitamina B12 e Folati

    L'anemia. come l'aumento delle dimensioni dei globuli rossi, conseguenza della carenza di Vitamina B12 o Acido Folico, sono riconosciuti frequentemente durante un esame di routine chiamato esame emocromo citometrico completo. Il test di laboratorio viene impiegato per riconoscere una carenza, per determinare il suo grado di importanza, per stabilirne la causa e per monitorare l'efficacia di un'eventuale terapia.

    Leggi la scheda ➽

  • Vitamina D3

    Il ruolo della Vitamina D3 o colecalciferolo, per molti anni ritenutasi unicamente correlata al metabolismo fosfo-calcico (malformazioni/fragilità ossee), si è visto essere altamente significativo in svariati distretti corporei (cellule del sistema immunitario, muscolari, pancreatiche, endoteliali, cardiomiociti) risultando fondamentale anche nelle donne in gravidanza. La carenza di Vitamina D3 si riscontra in circa il 70% della popolazione e aumenta con l'avanzare dell'età sino ad interessare la quasi totalità della popolazione anziana italiana che non assume supplementi di Vitamina D; ne deriva che la valutazione dei livelli di Vitamina D3 rientra tra le analisi di routine che devono essere periodicamente eseguite per la valutazione dello stato di salute. L'indagine in Spettrometria di Massa, grazie ai significativi livelli di specificità, sensibilità e linearità, rappresenta il gold standard per la determinazione del livelli sierici di Vitamina D3.

    Leggi la scheda ➽

➤ Immunologia

  • ANA - Anticorpi antinucleo

    Il test degli Anticorpi Anti-Nucleo (ANA) viene utilizzato prevalentemente per verificare la presenza di disordini autoimmuni in grado di colpire organi e tessuti in tutto il corpo (sistemici) ed è maggiormente utilizzato come supporto alla diagnosi di Lupus Eritematoso sistemico (LES). Gli ANA sono un gruppo di auto-anticorpi prodotti dal sistema immunitario che non riesce più a distinguere le parti dell'organismo stesso dalle sostanze estranee all'organismo; così bersagliano il nucleo della cellula, causando danno ad organi e tessuti.

    Leggi la scheda ➽

Capita di non poter procedere con le analisi cliniche per una svista nelle ore precedenti il prelievo; qualche suggerimento per arrivare preparati.

Cliccando sul pulsante "Elenco esami" potrete visualizzare l'elenco delle Analisi Cliniche effettuate dal nostro Laboratorio di Analisi Cliniche e Microbiologiche.

Sede e Contatti